La pasticceria del Grand Hotel Fasano

Saori Shiotsuki e la carta dei dessert

Venerdì 7 luglio 2017 — La pasticceria del Grand Hotel Fasano è curata dalla meticolosa Saori Shiotsuki (29 luglio 1976): silenziosa e precisa, lavora nella pasticceria del resort dal 2012 dove ricopre il ruolo di pastry chef. 

Saori ha compiuto i primi passi nel mondo della pasticceria a Tokio quasi quindici anni fa, prima in un ristorante francese e poi in uno italiano, per poi approdare in Sicilia per una significativa esperienza presso il ristorante di Pino Cuttaia, La Madia, dove ha imparato l’arte della pasticceria siciliana. Ha collaborato anche con Andrea Tortora, pastry chef del St. Hubertus dove ha affinato le sue competenze per esprimere sempre di più la sua femminile personalità giapponese nella preparazione di piatti dalla raffinata eleganza orientale.

Impegnata nella realizzazione di tutti i dessert proposti all’interno del Grand Hotel Fasano, Saori si occupa della preparazione dei dolci a partire dalla prima colazione, dove serve plum-cake, muffin, strudel, brioche e quiche. Per il bar Saori realizza la biscotteria e numerose varietà di torte; mentre per i bistrot propone classici dessert italiani come tiramisù, babà e torte di frutta.

Per quanto riguarda il ristorante gourmet “Il Fagiano”, l’offerta dei dessert è costituita da cinque proposte, tra le quali ricordiamo il sufflè alla vaniglia e il coulant al tè matcha, precedute da una carrellata di pre-dessert e seguite da una proposta di piccola pasticceria. Tra i dolci nella carta 2017 da non perdere la Namelaka, cremoso giapponese di cioccolato al frutto della passione con crema di nocciole e caramello.